10 ragioni per non fare attività aerobica

10 ragioni per non fare attività aerobica

Alcuni giorni fa, l’amico Piero Nocerino, sempre attento e polemico al punto giusto, ha pubblicato un Post sulla sua pagina di Facebook che, secondo me, merita di essere discusso e approfondito correttamente.

Non ho risposto direttamente al suo Post sulla sua pagina perché ritengo che la spiegazione che sto per dare sia utile a molti ed il tema meriti di essere approfondito. Ci tengo a precisare che non voglio entrare in polemica con Piero (da anni abbiamo una grande stima reciproca e una buona amicizia, anche se non ci si vede spesso come invece si dovrebbe), ma in questo caso credo che un po’ di chiarezza sia necessaria alla causa.

Il Post originale di Piero è il seguente:

Devo ancora comprendere appieno il senso del vanto di essere magri/tirati/asciutti “senza cardio”.
Potrei capire il format “senza Gh” o “senza ormoni tiroidei”, ma vantarsi di omettere qualcosa di benefico per l’organismo mi sembra stupido.
Cos’è il cardio?
Un errore che tampona un altro errore?
Una sottrazione calorica ad un eccesso calorico?
Il cardio è una risorsa, non un ripiego.

Iniziamo per gradi ad enumerare i fatti.

  1. Per anni ci hanno detto che per dimagrire efficacemente era necessario spendere ore ed ore su tappeti e bici (sfortunatamente ancora succede). Ovviamente, visti i risultati di migliaia di persone che non fanno un minuto di aerobica e sono in condizioni fisiche eccezionali questa è una bugia (o nella migliore delle ipotesi una verità molto parziale). E, come tutte le bugie, specialmente quando perpetrate per troppo tempo, si rischia di provocare negli utenti una reazione uguale e contraria alla magnitudine e all’energia impiegata per mantenere l’affermazione in piedi per molti anni. Ecco perché le persone sono fiere di far sapere che è possibile raggiungere il medesimo (se non meglio e poi vedremo il perché) risultato estetico senza dover correre o pedalare dalla mattina alla sera.
  2. Chi si approccia al Bodybuilding lo fa per ragioni principalmente estetiche. Generalmente ama “tirare” i pesi. Correre o andare in bicicletta per chi ama “tirare” i pesi è una bestemmia in chiesa, (come del resto dire ad un maratoneta di andare in palestra). Ho conosciuto pochissimi Bodybuilder nei miei tanti anni nel settore felici di correre o di andare in bicicletta. Lo fanno perché è la consuetudine, ma se possono evitarlo è una festa.
  3. Il tempo impiegato per l’attività aerobica nella convinzione di migliorare la propria composizione corporea è notevole, non tutti hanno il tempo di farlo. Se poi scoprono che si possono raggiungere gli stessi risultati senza mai dover fare un passo, immaginiamoci che impatto ciò possa avere sulla loro qualità di vita (prendersi una laurea, spendere tempo con i propri figli, lavorare ad un progetto per migliorare la propria carriera lavorativa…). Del resto il tempo è l’unica cosa che nessuno può restituirci e poterlo ottimizzare, a mio parere, è un dovere morale per ognuno di noi
  4. Chiunque sano di mente posto davanti alla scelta di fare un lavoro dove guadagna 1000 Euro mensili dovendo lavorare 40 ore a settimana e avere l’alternativa di guadagnare i medesimi 1000 Euro facendo il medesimo lavoro lavorando 1 ora alla settimana sceglierebbe la seconda ipotesi, chi vuol fare di più per avere gli stessi risultati? Sicuramente qualche squilibrato perditempo esiste, ma qui entriamo nella patologia e dobbiamo tralasciare la fisiologia.
  5. Non è neppure vero che l’attività aerobica classica sia l’unica strada per condizionare e migliorare il nostro sistema cardio/vascolare. Sappiamo bene che qualsiasi tipo di attività fisica migliora comunque anche il sistema cardio/vascolare. I sistemi energetici: anaerobico alattacido, aerobico lattacido e aerobico non funzionano a compartimenti stagni. Ma se proprio proprio vogliamo concentrarci di più sulla capacità aerobica i test in laboratorio ci dicono che lavorare in HIIT (High Intensity Interval Training) produce gli stessi risultati in termini di fitness aerobica delle attività convenzionali, ma in una frazione di tempo. Ancora una volta la parola d’ordine qui è ottimizzare.
  6. Ogni volta che ho sottoposto a bici e corsa un Bodybuilder ho sempre notato un’importante riduzione della massa muscolare del distretto inferiore (le gambe). Chiaramente un adattamento fisiologico alla nuova attività fisica che però va contro quello che è l’obiettivo del nostro sport, massimizzazione della massa muscolare in associazione a bassi livelli di grasso corporeo. Ancora una volta qui parliamo di ottimizzazione e conservazione di quelle masse muscolari che abbiamo sudato sangue per costruire a suon di Squat.
  7. Sempre più maratoneti lasciano l’agonismo per l’estrema usura articolare a cui sono sottoposti, per la progressiva riduzione della funzionalità immunitaria dovuta agli alti livelli cronici di Cortisolo e per l’abbassamento a soglie sotto fisiologiche dei livelli di Testosterone (i due ormoni: Cortisolo/Testosterone vengono secreti in maniera antitetica), tutto ciò che nell’Anti aging o un Bodybuilder dovrebbe evitare come la peste.
  8. Si Piero, hai ragione quando dici: “cos’è il cardio? Un errore che tampona un altro errore”. Il cardio è stato vissuto per molti anni come la confessione nella chiesa cattolica: bestemmia e comportati male tanto c’è sempre l’assoluzione o la vendita dell’indulgenza. Sfortunatamente quando mangi cacca anche se corri dalla mattina alla sera alla fine, con il tempo, la paghi e sempre più spesso al conto vengono ad addizionarsi gli interessi che sfortunatamente in molti casi sono da usura. Meglio quindi educare le persone a mangiare meglio piuttosto che farli diventare dei criceti che corrono in una ruota che mai si ferma.
  9. Il cardio è una risorsa? Per un maratoneta ed un ciclista è condizione sine qua non, non è possibile migliorare la loro performance senza un’attività che ne mimi e condizioni i relativi sistemi energetici. Per un Bodybuilder o una persona interessata ad invecchiare lentamente, bene ed in maniera ottimizzata a tutti i livelli, a mio parere, è un costo che non ci si dovrebbe permettere.
  10. Una buona attività Cardio di cui poco si parla: “il sesso”. Fatto in maniera attiva è un’ottima attività aerobica. Si produce Ossitocina che ci permette di essere più empatici con il nostro compagno/a e con gli altri e ci si diverte un mondo…, ragazzi/e, meno corsa e bici e più BUM BUM, lo consiglio a tutti i miei clienti.

Questi i motivi per cui sconsiglio vivamente a uomini e donne il cardio convenzionale, se l’obiettivo è quello di migliorare la composizione corporea e nel contempo ottimizzare tutti i sistemi. Maggiori informazioni a riguardo nel mio ultimo libro: Elisir.

Naturalmente ci possono essere alcune eccezioni a questa regola, ma in linea generale, dopo 30 anni di esperienza nel settore e migliaia di persone seguite mi sento in coscienza di affermare quanto ho elencato nei dieci punti qui sopra.

Detto questo, ringrazio Piero per avermi dato modo di approfondire l’argomento con il suo Post fonte di questa importante riflessione.

Condividi con gli amici:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.