Redazione

Un approccio scientifico al mondo dell’allenamento femminile

Troppo frequentemente nelle palestre assistiamo alla solita scena: donne che religiosamente eseguono allenamenti in sovraccarico con il minimo peso possibile eseguendo un numero di ripetizioni troppo numerose persino per essere contate. Spesso e volentieri inoltre, i pesi sollevati sono sempre gli stessi da settimane, mesi o addirittura anni. Per non parlare delle ore passate sul tapis roulant e ai corsi di fitness musicale.

L’allenamento al femminile in voga oggi

Cosa viene proposto ad una ragazza dal primo giorno in cui viene in palestra? La quasi totalità degli istruttori preparerà loro programmi di lavoro con serie interminabili alla Gluteus machine o alle macchine per adduttori e abduttori, per non parlare dell’attività aerobica da alternare agli esercizi coi pesi. Se poi, malauguratamente, una ragazza volesse dimagrire, verrebbe letteralmente sommersa di ore di aerobica ad intensità molto bassa (ricordate che l’intensità è inversamente proporzionale al tempo), mentre i pesi sarebbero inesorabilmente eliminati, oppure inseriti con molte serie e molte ripetizioni per ognuna di esse.