I dieci errori più comuni durante un allenamento HIT (prima parte)

Oggi prendiamo in esame i 10 errori più comuni durante un allenamento HIT. Se il tuo obiettivo principale è quello di aumentare la massa muscolare e non stai incrementando costantemente la forza e la dimensione dei muscoli stai probabilmente commettendo uno o più errori che sono elencati qui di seguito. Questi sono alcuni tra i

Condividi con gli amici:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
I dieci errori più comuni durante un allenamento H.I.T.

Oggi prendiamo in esame i 10 errori più comuni durante un allenamento HIT.

Se il tuo obiettivo principale è quello di aumentare la massa muscolare e non stai incrementando costantemente la forza e la dimensione dei muscoli stai probabilmente commettendo uno o più errori che sono elencati qui di seguito. Questi sono alcuni tra i principali e più grossi errori che un bodybuilder può commettere, e correggerli può spesso fare la differenza tra ottenere e non ottenere risultati.

1) Non allenarsi abbastanza duramente.

Per stimolare la crescita e l’aumento di forza devi allenare i muscoli in maniera più dura rispetto a quanto siano abituati normalmente, e più intensamente ci si allena e meglio è.

Più precisamente, dovresti eseguire ogni esercizio finchè ti è impossibile continuare con la corretta forma di esecuzione, usando un carico abbastanza pesante da consentirti una esecuzione lenta e controllata di 5-15 ripetizioni (per “lenta” intendo una esecuzione che preveda almeno 4 secondi durante il sollevamento, 4 secondi durante il rilascio del carico e il cambio di direzione deve essere eseguito senza rimbalzi).

L’esercizio non termina quando i muscoli iniziano a bruciare o quando la situazione inizia ad essere non più confortevole. E’ proprio qui che inizia il vero lavoro produttivo. L’esercizio non è finito finchè i muscoli non sono infuocati e il tuo cuore arriva a frequenze molto alte. Lo stimolo più grande per l’aumento di forza e massa muscolare si ha proprio durante le ultime ripetizioni che infatti sono le più difficili da eseguire, e se interrompi la serie in un qualunque momento precedente al momentaneo cedimento muscolare, non stai stimolando la crescita in maniera ottimale.

2) Non allenarsi in maniera progressiva

allenamento HIT

Mike Mentzer

Man mano che diventi sempre più forte dovresti cercare di sollevare progressivamente carichi sempre maggiori per stimolare l’organismo ad ulteriori miglioramenti. Se continui ad usare gli stessi pesi in tutti gli esercizi nonostante la tua forza stia aumentando, i pesi nel tempo non saranno abbastanza impattanti da stimolare ulteriori riadattamenti. Assumendo che tu stia eseguendo una esecuzione perfetta, prova a eseguire più ripetizioni con lo stesso carico oppure incrementalo su ogni esercizio ad ogni sessione di allenamento.

3) Eseguire troppi esercizi e serie

E’ l’intensità dell’allenamento che stimola aumenti di forza e massa, non il volume di allenamento. Quindi eseguire una quantità ulteriore di lavoro muscolare che eccede la minima necessaria ridurrà i miglioramenti invece di aumentarli. Ciò accade perchè questa situazione interferirà con i processi di recupero e adattamento.

4) Allenarsi troppo frequentemente

All’organismo deve essere concesso un tempo sufficiente tra gli allenamenti per recuperare completamente e adattarsi, pena il non raggiungimento dei risultati sperati. L’esercizio non produce nessun miglioramento nell’organismo, l’esercizio può solo stimolare l’organismo a produrre riadattamenti (se è abbastanza intenso) oppure impedisce il raggiungimento dei miglioramenti (se il volume di lavoro e la frequenza di allenamento sono troppo alti). Il corpo genera aumenti di forza e massa muscolare stimolati dall’esercizio, ma solo se gli è consentito adattarsi in funzione dello stimolo imposto attraverso il riposo tra gli allenamenti.

5) Non avere un diario di allenamento

Stabilire il corretto volume e la corretta frequenza di allenamento per evitare di entrare in sovrallenamento richiede una valutazione oggettiva dei progressi. Se non stai registrando in maniera accurata ognuno dei tuoi allenamenti, non puoi valutare con oggettività l’efficacia del tuo programma di lavoro e avere i cambiamenti necessari per continuare a migliorare o ricominciare ad ottenere progressi.

Puoi leggere la seconda parte di questo articolo sugli errori in allenamento HIT cliccando sul questo link

Condividi con gli amici:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *