Allenamento razionale VS allenamento istintivo

intelletto contro istinto

Eseguire un allenamento istintivo o razionalizzarlo?

Molti allenatori e personal trainer raccomandano di approcciare all’allenamento con una mente battagliera, usando spesso frasi che invocano immagini violente e belliche come “andiamo in battaglia” o “attaccare” i pesi o entrando in palestra con una “mentalità da assedio”. Un allenamento non è una battaglia tra te e i pesi, ma invece è una battaglia tra il tuo intelletto e i tuoi istinti, tra la tua determinazione a migliorare e il tuo desiderio di evitare il dolore il disagio momentaneo causato dall’allenamento intenso.

Dovresti fare esattamente l’opposto. Invece di attivare la mente per i tuoi allenamenti dovresti attuare un atteggiamento di calma stile Zen. Rimuovi i tuoi pensieri dalla mente e concentrati interamente sui tuoi muscoli, non sui pesi.

Nonostante venga definito come un “work out” (i.e.“lavoro” in lingua inglese), l’obiettivo di un esercizio non è allenarsi tanto per farlo, sollevare e abbassare i carichi. Il tuo obiettivo vero e proprio durante l’esercizio è di usare i pesi per stimolare in maniera adeguata i tuoi muscoli e condizionarne la loro abilità funzionale per stimolare una risposta adattativa.

allenamento razionale o allenamento istintivo?
Squat al Multipower

Dico ai miei clienti che quando stanno eseguendo un esercizio non dovrebbero pensare ad esso come l’usare muscoli per alzare e sollevare il peso,, ma all’uso del peso per mantenere tensione sui muscoli.

Questa piccola differenza di linguaggio, ovvero invertire il soggetto col complemento oggetto della frase, fa una grande differenza nell’approccio e nell’esecuzione di un esercizio. Quando ti concentri sul carico (ovvero ciò che la maggior parte delle persone fa intuitivamente o istintivamente), tendi a muovere il carico in modo tale per cui l’esercizio diventa più semplice: viene alterata la posizione corporea per ottenere leve più vantaggiose o scaricare tensione dal muscolo target, si utilizza cheating per aiutarsi a concludere le ripetizioni. Ti stai concentrando maggiormente sull’ambiente esterno se pensi all’allenamento come una battaglia contro i pesi.

Quando ti concentri sui muscoli, usando l’intelletto, tendi a muovere il carico in modo tale per cui l’esercizio venga reso molto difficile; venga mantenuta la corretta forma di esecuzione dell’esercizio per mantenere tensione continua sul muscolo target, venga cambiata la direzione del movimento in maniera molto dolce, sollevando e rilasciando il carico in perfetto controllo, senza usare cheating.

Mantenere questa corretta concentrazione mentale verso l’ambiente interno mentre ti alleni con sforzi molto intensi e fai esperienza di disagio fisico molto forte, necessita di calma, mente impassibile, non di una persona che sia agitata e mentalmente proiettata ad una battaglia.

Immagina di eseguire un esercizio. Hai già eseguito un buon numero di ripetizioni con esecuzione corretta e i tuoi muscoli iniziano rapidamente ad affaticarsi. Col passare dei secondi il carico diventerà sempre più pesante e il bruciore muscolare si intensificherà. Hai già eseguito parecchi esercizi nel tuo allenamento e il tuo battito cardiaco sta incrementando, ogni respiro diventa sempre più affannoso. Questo è il punto in cui l’allenamento inizia a diventare produttivo.

E’ qui che inizia la vera battaglia tra il tuo intelletto e l’istinto. Darai corda all’istinto, che chiede di interrompere questo disagio interrompendo la serie o perdendo la corretta forma di esecuzione? O seguirai l’intelletto, che ti dice che il disagio è temporaneo e non il risultato di un vero pericolo e che il muovere o no il carico è molto meno importante rispetto all’esecuzione del movimento in maniera corretta.

Molte persone perdono la forma corretta di esecuzione a questo punto per rendere l’esercizio più semplice e continuare la serie. Una volta ancora, dovresti eseguire esattamente l’opposto; mantenere la forma più corretta possibile per mantenere tensione sui muscoli target mentre li contrai il più intensamente possibile.

Invece di cercare di evitare il bruciore, di alzare la frequenza cardiaca, di avere affanno respiratorio ecc…, pensa a questo sforzo come un modo per migliorare ulteriormente la tua forma fisica e allenati ancor più intensamente.

Condividi con gli amici:
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.