La saggezza di Mike Mentzer (prima parte)

La saggezza di Mike Mentzer (prima parte) Convertire muscolo in grasso D: Mi piace l’idea di costruire muscoli più grossi e forti con l’Heavy Duty ( se vuoi un esempio pratico di cosa sia l’allenamento Heavy Duty clicca qui ), ma mi è stato detto che se mai dovessi interrompere i miei allenamenti tutti i muscoli

Condividi con gli amici:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
mike_mentzer00002

La saggezza di Mike Mentzer (prima parte)

Convertire muscolo in grasso

D: Mi piace l’idea di costruire muscoli più grossi e forti con l’Heavy Duty ( se vuoi un esempio pratico di cosa sia l’allenamento Heavy Duty clicca qui ), ma mi è stato detto che se mai dovessi interrompere i miei allenamenti tutti i muscoli acquisiti si trasformeranno in grasso. Cosa ne pensi a riguardo?

R: Ti direi che è contrario ad ogni logica. Muscoli e grasso sono due tessuti completamente differenti e non si trasformano magicamente l’uno nell’altro come del resto una mela non si trasforma in un’arancia.

Visto al microscopico, il muscolo è composto da strati di fibre (dette miofibrille), mentre il grasso è formato da strutture sferiche dette adipociti. Le analisi chimiche di muscoli e grasso rivelano che i primi sono composti per più del 70% da acqua, per il 6% da lipidi e per il 22% da proteine.

Il grasso invece è composto dal 15-20% da acqua, dal 70% di lipidi e da circa il 15% di proteine. E’ un falso mito il pensare che il muscolo possa diventare grasso col tempo, mantenuto in vita da atleti stupidi e non preparati che continuano a mangiare la stessa quantità di cibo di quando gareggiavano anche quando interrompono la loro carriera.

Molti giocatori di Hockey in Canada erano muscolosi quando si allenavano molte volte a settimana .

Quello stile di vita imponeva loro di mangiare molte migliaia di calorie solo per mantenere il loro peso corporeo ed avere la forza per allenarsi e giocare.

Quando hanno interrotto la loro carriera però non erano più così attivi e dunque non consumavano più così tante calorie come in passato.

Il risultato è che oggi molti di loro sono molto grassi. Questo non significa che giocare a Hockey ti farà ingrassare; nemmeno praticare bodybuilding ovviamente ti farà ingrassare. Come Mike Mentzer una volta sottolineò: “

E’ il consumo di calorie oltre quelle di cui necessiti per mantenere il tuo peso corporeo che ti farà ingrassare.

Se costruisci una buona massa muscolare e poi interrompi gli allenamenti,  i tuoi muscoli si atrofizzeranno e torneranno ad una misura normale.

Se comunque continui ad assumere molte calorie anche se i tuoi muscoli si stanno rimpicciolendo, allora accumulerai grasso. Anche se accadrà ciò, il muscolo non si può trasformare istantaneamente in grasso. Finchè controllerai il tuo apporto calorico in base alla tua spesa energetica giornaliera, non dovrai preoccuparti di tutto ciò.”

Confronto in gara tra Arnold e Mike Mentzer

Confronto in gara tra Arnold e Mike Mentzer

Il mito del dimagrimento localizzato

D: Vorrei perdere grasso nell’area attorno ai pettorali e alla vita senza perdere misure in altri punti. Posso indurre un dimagrimento localizzato in quelle aree con l’Heavy Duty?

R: Mi spiace deluderti, ma il dimagrimento localizzato non è fisiologicamente possibile; è un concetto messo in circolazione da persone interessate nel vendere prodotti per dimagrire e integratori. Come Mike Mentzer affermò anni fa: “Quando inizi una dieta, il grasso sarà smobilitato da tutte le cellule adipose del tuo corpo, non dalle aree isolate che stai allenando. Una volta che il grasso è stato smobilitato viene immesso nel torrente ematico e portato alle cellule attive che lo convertiranno in energia.”

Sarebbe meglio usare una dieta canonica per la definizione unita al programma Heavy Duty, allenando tutti i muscoli principali con la routine ideale di Mike Mentzer se sei un principante, oppure la routine di Consolidamento se sei un hardgainer o un atleta avanzato.

Questo abbasserà la tua percentuale di grasso e di permetterà di costruire o mantenere la massa muscolare allo stesso tempo, causando una riduzione di grasso nelle aree che più ti interessano mentre manterrai la massa muscolare che già possiedi.

Non allenarti con movimenti esplosivi

D: Uno dei miei allenatori all’università allena i giocatori di football con allenamenti pliometrici, durante i quali essi saltano coi pesi e eseguono le ripetizioni più rapidamente possibile per migliorare l’esplosività. Cosa ne pensi di questo metodo per allenare i bodybuilder? Mi farà crescere le fibre a contrazione rapida più rapidamente?

R: Ciò che riguarda le forze di impatto e la natura del reclutamento delle fibre muscolari viene spesso ignorato da alcuni preparatori di bodybuilding e di altri sport. Questi pensano che gli allenamenti pliometrici ed esplosivi siano i migliori. La loro idea che le fibre muscolari bianche possano essere attivate solo eseguendo movimenti rapidi è stata screditata da molte ricerche sul controllo motorio e sul reclutamento delle fibre.

Prima di tutto, allenandoti molto velocemente e con movimenti balistici, sarai costretto ad utilizzare carichi leggeri; più leggera è la resistenza, più velocemente potrai muoverla. Se usi un peso leggero, il cervello cerca di fronteggiarlo stimolando la produzione di forza necessaria per il sollevamento; con un peso leggero, la forza richiesta per sollevare una resistenza ad alta velocità sarà data principalmente da fibre lente e intermedie.

Le fibre rapide, quelle più importanti perchè maggiormente ipertrofizzabili, non vengono mai attivate con questo sistema perchè la resistenza non è sufficiente e il sistema nervoso non ha alcun motivo di attivarle.

Non solo gli allenamenti balistici non stimolano le fibre bianche, ma coinvolgono la metà delle fibre totali disponibili allo stimolo in ogni serie. Ovviamente se stimoli nuovamente solo la metà delle fibre che hai a disposizione, il tuo allenamento è efficiente al 50% rispetto all’ Heavy Duty, che stimola tutte le fibre muscolari possibili.

Qualsiasi metodo di allenamento basato su movimenti balistici non permette neanche di mantenere il muscolo in posizione di massimo allungamento e contrazione per un tempo sufficiente e certamente non porterà neanche lontanamente un completo esaurimento muscolare.

Come se non fosse sufficiente, questo allenamento è anche molto traumatico per le articolazioni e per i tessuti connettivi. Un bilanciere da 50 kg ad esempio, se viene usato per un curl in maniera controllata, fornirà 50 kg di resistenza durante tutto il movimento. Invece “lanciando” il peso su e giù, verrà amplificata la resistenza sulle articolazioni fino a più di 500kg, e l’impatto sulle articolazioni che devono sopportare allungamenti improvvisi, sui tendini e sui legamenti può portare rapidamente all’infortunio. Come spiega Mike Mentzer: 

Non amplificare mai una forza su un muscolo, perchè facendo ciò danneggerai le articolazioni e il tessuto connettivo adiacente ad esso.

Non solo, è anche inutile visto che si può stimolare la crescita e l’aumento di forza senza distruggere le articolazioni.”

Ancora una volta voglio ricordarti che l’allenamento balistico è molto più pericoloso e meno producente rispetto all’Heavy Duty, in cui le forze agenti sul muscolo sono mantenute sotto controllo fino al momentaneo cedimento muscolare.

 

 

Condividi con gli amici:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.