Monoserie, Heavy Duty e scienza dell’esercizio

Monoserie e Heavy Duty, il falso mito duro a morire. In questo podcast sfateremo questo mito e parleremo di ricerca in ambito scienza dell’esercizio (6° podcast).

Condividi con gli amici:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Mike Mentzer

Oggi parliamo di monoserie nell’Heavy Duty.

Eccoci al sesto episodio della nostra avventura targata Fitnessdiscovery. Questo audio è stato registrato durante una cena successiva al convegno ICST2014 di cui ormai sarai diventato estimatore visti gli episodi dedicati direttamente o indirettamente ad esso.

In questo episodio parleremo di monoserie e Heavy Duty, tema tanto caro a coloro che criticano il metodo in questione. Spiegheremo perchè una serie sola per gruppo muscolare non è per forza associabile all’Heavy Duty ma, come spesso già chiarito in molti articoli e video pubblicati qui e sul sito personale di Enrico Dell’olio,è solo una possibilità e spesso più teorica che pratica.

mike mentzer e la monoserie nell' Heavy Duty

Mike Mentzer alla Pull-over machine Nautilus

Questo concetto crea spesso confusione anche tra i praticanti più esperti, cercheremo quindi di sfatare definitivamente questo falso mito attribuibile principalmente al fattore ignoranza.

Va sempre tenuto ben presente che le tecniche ad Alta Intensità sono praticate letteralmente da una minoranza di persone proprio per la complessità in esse insita, ergo, la maggior parte delle informazioni che trovate in rete o nei Forum sono a carico di persone che non si sono mai allenate con queste metodiche e/o lo hanno fatto in maniera errata.

Quando dico che lo hanno fatto in maniera errata lo dico con cognizione di causa, dal momento che qui alla HITA ( High Intensity Training Academy ) arrivano ogni giorno persone che pensano di allenarsi correttamente in Heavy Duty o con il Protocollo Ibrido HD/ZT, ma che tuttavia commettono una miriade di errori che vanificando in toto o in parte i loro sforzi.

Parleremo anche di quanto sia complesso effettuare studi e strutturarli correttamente in una disciplina complicata come la scienza dell’esercizio, che racchiude moltissime variabili spesso non controllabili dagli sperimentatori.

E’ dunque importante saper distinguere un buono studio da quelli non ottimali per scrivere articoli e strutturare nuovi protocolli di allenamento e alimentari.

 

 

ASCOLTA QUESTO EPISODIO:

 

 

 

Condividi con gli amici:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *